La rivalsa delle baguette bags

Ciao a tutti,

io sono sempre stata un’affezionata amica delle shopper o tote bags, grandissime, comode e capienti. Se si pesca nella mia borsa si trova un po’ di tutto: portafogli gigantesco, telefono, mazzo di chiavi, libri, iPad, trousse del pronto soccorso, occhiali da sole, scontrini degli ultimi 10 mesi ecc…

Più la borsa è grande più accumulo oggetti da trascinarmi in giro, che pesano e che sono sostanzialmente inutili.

Con la crisi COVID 19 mi sono ritrovata nella situazione di dover liberare un pochino le mani, ho eliminato la super borsa capiente e l’ho sostituita con delle borsette piccole, più leggere e da portare a tracolla o a spalla, un po’ come le baguette bags o le shuolder bags.

Ci credete che sono più felice ora, ho ridotto all’essenziale gli oggetti da portare, solo quello che è assolutamente necessario e viaggio più comoda e spensierata.

Ecco una delle mie borsette preferite, una borsetta di Liu Jo, della scorso anno, di colore bordeaux, in vellutino, logo impresso all around, chiusura dorata con logo, che si può portare a mano o a tracolla.

Ve ne avevo già parlato l‘anno scorso, in realtà non l’avevo utilizzata molto, quest’anno invece ha ottenuto una giusta e meritata rivalsa… la uso spessissimo!

A voi piacciano le baguette bags?

Un abbraccio Elena